Carnale, Gum-crackin' e pericoloso da sapere

Film

In alto a sinistra, Charlton Heston e Lizabeth Scott in Bad for Each Other (1953), un melodramma medico; Cleo Moore in Lewis Seiler

È facile riconoscere la Bad Girl. Di solito è una bionda bottiglia, infilata in un maglione stretto che delinea i suoi seni stranamente conici. La sua bocca è ampia, dipinta e serrata su una sigaretta. I suoi occhi bruciano un po' troppo luminosi e le sue gambe, piantate in un paio di décolleté a vita alta, vanno avanti all'infinito.

Questo esemplare esotico iniziò ad apparire nei film americani intorno al 1944, quando uno dei suoi primi interpreti fu Barbara Stanwyck in Double Indemnity di Billy Wilder, dal romanzo di James M. Cain. Una variazione americana della femme fatale dei romantici del XIX secolo, non era la figura del mistero e del fascino oscuro che erano i suoi predecessori europei, ma una creatura più carnale, sfacciatamente sessuale e egoista. Amava più masticare gomme che fumare oppio, meno preoccupata di attirare gli uomini verso il loro destino metafisico che ripulire i loro conti in banca e passare al prossimo fesso.

Nei film è stata interpretata da star da Mary Astor in The Maltese Falcon a Kathleen Turner in Body Heat. Ma la sua incarnazione suprema è stata probabilmente Lana Turner nel 1946 di Tay Garnett Postman Always Rings Twice, un altro adattamento di un romanzo di James M. Cain. Turner, una solare ragazza pin-up tutta americana durante la maggior parte degli anni della guerra, ha acquisito una nuova presenza e autorità come Cora, la cameriera mangiatore di uomini nell'uniforme bianca accecante, che persuade un bel vagabondo (John Garfield) ad ucciderla corpulenta , marito di mezza età (Cecil Kellaway).




recensione della banda dei fratelli

La trasformazione di Turner offre un indizio sulle origini e sui significati della Bad Girl. Durante gli anni della guerra le donne avevano acquisito una certa autonomia come operaie e impiegate d'ufficio, subentrando agli uomini assenti al fronte. In tempo di pace, però, queste donne emancipate venivano viste come una minaccia, poiché svolgevano lavori che ora dovevano essere consegnati ai veterinari di ritorno. Coloro che non si ritiravano in silenzio nelle cucine dei nuovi sobborghi furono debitamente demonizzati come mostri prepotenti nella cultura popolare, e la Bad Girl, cavalcando un'ondata di notorietà, rimase il principale oggetto di paura e desiderio fino agli anni '50.

Questa settimana Sony pubblica Bad Girls of Film Noir, una raccolta in due volumi che contiene otto titoli poco conosciuti dell'archivio della Columbia Pictures. A quanto pare, non tutte le ragazze in questo set sono cattive, e non tutti i film noir. Ma date le barriere all'introduzione di film più vecchi sul mercato in un momento in cui le vendite di DVD stanno diminuendo, sarebbe scortese lamentarsi. Quello che abbiamo qui sono eccellenti trasferimenti di film difficili da vedere che forniscono ottime vetrine per alcune delle attrici più provocanti degli anni del dopoguerra.

Lizabeth Scott, una bionda dalla voce roca con una carrozza patrizia che smentiva le sue origini di figlia di immigrati slovacchi a Scranton, in Pennsylvania, era probabilmente la più importante ragazzaccia del suo tempo. Appare in due dei film nel Volume 1.

Con i suoi zigomi scultorei e i penetranti occhi azzurri, la signora Scott (a 87 anni è ancora con noi) ha avuto un modo di proiettare un piacere crudele nelle trame dei suoi personaggi che mostra un netto taglio sadiano: in Two of a Kind di Henry Levin (1951) la sceneggiatura le richiede di rimuovere la punta del mignolo di Edmond O'Brien sbattendolo nella portiera di un'auto, un processo che esegue con gioia svenuta. Nel meno soddisfacente Bad for Each Other, un melodramma medico del 1953 diretto da Irving Rapper, è un'ereditiera moralmente corrotta che cerca di guidare un giovane dottore (Charlton Heston) dalla retta via; le censure del tempo, ahimè, le impediscono di riuscire pienamente.

Cleo Moore, che ha tre film nel Volume 2 ?? One Girl's Confession di Hugo Haas (1953), La prigione femminile di Lewis Seiler (1955) e Over-Exposed (1956) di Seiler ?? era per molti versi l'opposto della signora Scott: un meridionale dolcemente sinuoso la cui dizione non rivelava alcuna traccia di addestramento sul palco. La specialità di Moore era la ragazza della classe operaia che lottava per cavarsela in un mondo di uomini senza compromettere troppo la sua virtù. Confession è uno dei tanti film a basso budget che ha realizzato con la simpaticamente ossessiva Haas, un attore-regista ceco che girava incessantemente sugli stessi temi del masochismo maschile e della perfidia femminile.


per quanto tempo lo space jam è una nuova eredità?

Immagine

Credito...Sony Pictures Home Entertainment

Due importanti attrici noir, Evelyn Keyes e Gloria Grahame, sono rappresentate qui da film non proprio noir. In The Killer That Stalked New York (Earl McEvoy, 1950), Keyes è letteralmente una femme fatale, una contrabbandiera di gioielli che ha portato con sé un caso di vaiolo da Cuba. Il film è principalmente interessante come esempio dell'influenza che il neorealismo, con il suo ampio uso di riprese in esterni, stava esercitando su Hollywood.

Tale influenza è ancora più pronunciata in The Glass Wall (1953), in cui l'attore italiano Vittorio Gassman (protagonista del successo neorealista Bitter Rice) interpreta un rifugiato ungherese sperduto a Manhattan. Mentre Grahame, nel ruolo di un operaio disoccupato, cerca di aiutarlo, il regista, Maxwell Shane, usa telecamere nascoste (secondo il trailer del film) e quella che sembra una pellicola ad alta velocità da 16 millimetri per catturare alcuni meravigliosi filmati di Times Piazza di notte.

La rivelazione di questo set è Janis Carter, una splendida bionda che è apparsa in diversi film di serie B della Columbia degli anni '40, ma non è mai riuscita a passare alla celebrità di livello A. (Probabilmente si è avvicinata di più a I Love Trouble di S. Sylvan Simon, una stravaganza di Bad Girl del 1948 che rimane non disponibile a causa di problemi di diritti.) In Night Editor del 1946 di Henry Levin è una dama decadente della società in cui puoi davvero credere. sei come me, fa le fusa al suo amante del momento, un poliziotto sposato interpretato dallo sfortunato William Gargan. C'è una malattia dentro di te che deve ferire o essere ferita. E quando si imbattono nel corpo di una donna picchiata a morte con un ferro da stiro, le sue grida di Voglio vederla, Tony! voglio guardarla! esprimere un'eccitazione malsana che Krafft-Ebing farebbe fatica a classificare.

Quando la censura si attenuò lentamente alla fine degli anni '50, la Bad Girl perse gradualmente la sua utilità. Non era più necessario caratterizzare le donne come irrimediabilmente malvagie per esprimere un interesse per il sesso. Ai tempi di A Summer Place (1959), diretto da Delmer Daves, anche Sandra Dee lo stava facendo. Ha vissuto per un po' nella pornografia soft, in particolare negli speciali di Times Square di Doris Wishman (Bad Girls Go to Hell, 1965), ma poi è tornata da dove era venuta: il turbolento subconscio americano. (Sony, ogni volume $ 24,95, non valutato)

IN USCITA ANCHE QUESTA SETTIMANA

BUSHIDO: IL CODICE CRUDELE DEI SAMURAI Spinto dal tentato suicidio della sua fidanzata, un giovane ripercorre la lunga storia della sua famiglia come membri della classe dei samurai e le dure conseguenze del codice di sacrificio e cieca lealtà dei samurai. Kinnosuke Nakamura recita nel film di Tadashi Imai del 1963. (Animeigo, $ 24,98, non valutato)


immagini di costumi da donna delle meraviglie

RITIRO DI COPPIE Attirato dalla moglie (Malin Akerman) in una località di villeggiatura tropicale, un uomo (Vince Vaughn) è sconvolto nello scoprire di essere stato iscritto a un programma di terapia di coppia New Age. Regia di Peter Billingsley; con Jason Bateman, Kristen Bell, Jon Favreau, Kristin Davis, Faizon Love e Kali Hawk. A. O. Scott ha scritto sul New York Times in ottobre che il film è una commedia di esaurimento, aggiungendo che piuttosto che le coppie, è la commedia stessa, sia nel concetto che nell'esecuzione, che sembra stanca. (Universale, Blu-ray $ 36,98, definizione standard $ 29,98, PG-13)

EMMA Romola Garai interpreta l'eroina del matchmaking di Jane Austen in questo ultimo adattamento televisivo del romanzo classico. Con Jonny Lee Miller nei panni di Mr. Knightley, Michael Gambon e Jodhi May. (BBC Warner, $ 34,98, senza valutazione)

UN UOMO SERIO I registi Joel ed Ethan Coen maledicono un professore di fisica ebreo del Midwest (Michael Stuhlbarg) con una gamma completa di sofferenze bibliche in questa commedia che include anche Richard Kind e Fred Melamed. La storia è allo stesso tempo esilarante e orribile, il suo significato sia ovvio che opaco, ha scritto il signor Scott su The Times in ottobre. Lo stesso si potrebbe dire della maggior parte dei film dei fratelli Coen, in cui l'esistenza umana e il tentativo di trovare un senso in essa sono ugualmente futili, se a volte anche molto divertenti. (Universale, Blu-ray $ 36,98, definizione standard $ 29,98, R)

LA MOGLIE DEL VIAGGIATORE NEL TEMPO Rachel McAdams si ritrova nell'ultima relazione a distanza, sposata con un uomo (Eric Bana) che parte improvvisamente e imprevedibilmente per viaggi nel tempo. Robert Schwentke ha diretto il film, basato sul romanzo di Audrey Niffenegger. Manohla Dargis ha scritto su The Times ad agosto: Si potrebbe dire che 'The Time Traveler's Wife' è una storia d'amore di fantascienza sull'amore eterno e tutte quelle cose piagnucolose e piagnucolose. Oppure potresti pensarla come una storia folle su uno stalker che parla dolcemente con una bambina che poi seduce quando è un'adolescente solo per poi metterla incinta e metterla a terra emotivamente, psicologicamente e spiritualmente ancora e ancora, mentre saltella nudo attraverso il continuum spazio-temporale. (Nuova linea, Blu-ray $ 35,99, definizione standard $ 28,98, PG-13)