Cowboy classici, di nuovo in campo

Film

Da sinistra, Charles Halton, Randolph Scott e Forrest Tucker in The Nevadan.

SONY PICTURES HOME ENTERTAINMENT sta ora rendendo disponibile la sua collezione di dischi prodotti su richiesta, Screen Classics by Request, tramite il programma CreateSpace di Amazon e direttamente da Sony . Ciò dovrebbe rendere l'eclettico assemblaggio di Sony di circa 125 titoli relativamente oscuri dalla sua libreria Columbia Pictures più accessibile ai collezionisti. È un'ottima iniziativa.

Potresti chiederti la logica di marketing dietro alcune delle scelte. I B-western di Charles Starret degli anni '40 sono davvero più richiesti di, ad esempio, Whole Town's Talking o Two Rode Together di John Ford, due importanti film della Columbia che non apparivano negli home video americani dai tempi della VHS? Ma tutti i dischi Sony on-demand che ho campionato sono stati visivamente superbi, apparentemente trasferiti dal negativo della fotocamera originale o stampe molto vicine ad esso.

Un ottimo esempio della cura che Sony ha dedicato a questi film è Il Nevada (1950), diretto da Gordon Douglas e interpretato da Randolph Scott. Un western, il film è stato girato con il processo Cinecolor, un'alternativa a basso costo al Technicolor che era popolare tra gli studi Poverty Row e i produttori indipendenti. Poiché Cinecolor ha cessato l'attività nel 1954, la maggior parte dei film Cinecolor ora circola in copie molto scadenti, se mai circolano. Ma Sony è riuscita a creare un trasferimento nitido e chiaro che fa risaltare i blu-verdi e i marroni che erano i componenti più vividi della tavolozza Cinecolor, colori del paesaggio che hanno reso il processo particolarmente efficace per i western.



Prodotto da Scott con il suo socio in affari di lunga data Harry Joe Brown, The Nevadan scopre che Scott sta già sviluppando il personaggio astuto e strategicamente misterioso che entrerà nella storia del cinema con la serie di western taglienti e minimalisti che lui e Brown hanno realizzato con il regista Budd Boetticher più tardi nel anni '50. Per la maggior parte della durata del film è impossibile accertare l'esatto status morale o legale di Scott, poiché interpreta abilmente un rapinatore di banche evaso (Forrest Tucker) contro un banchiere corrotto (George Macready) alla ricerca di un'orda di denaro rubato. Il modo tipicamente tagliente di Douglas con la violenza e l'autostima assonnata di Dorothy Malone come l'interesse romantico sollevano questo piacevole pezzo di genere al di sopra della media.

Nel frattempo, al ranch della Warner Brothers, la produzione su richiesta viene pubblicata tramite la Warner Archive Collection (disponibile tramite Amazon e tramite Negozio online della Warner Brothers ) continuano a moltiplicarsi oltre la capacità di questo ardente spettatore di stare al passo con loro. Un recente lotto di western include due titoli indispensabili, un'edizione finemente rimasterizzata di Stars in My Crown (1950) di Jacques Tourneur e l'ossessionante e crepuscolare Wild Rovers di Blake Edwards (1971), presentati in un'edizione che conserva l'ouverture e la musica di intervallo scritta da Jerry Goldsmith per l'uscita originale del film con posti riservati.

Tourneur è meglio conosciuto per il film noir Out of the Past (1947) e il film horror I Walked With a Zombie (1943), ma tutta l'eleganza e il mistero della sua arte schiva è in mostra in Stars in My Crown, che ha spesso citato come il suo preferito. Come è tipico dei suoi film, non ha sequenze spettacolari, esibizioni vistose o inquadrature composte in modo impressionante, ma procede attraverso sottigliezze e parallelismi sottilmente tracciati.


negozio di bellezza pesce gatto rita

In superficie è uno studio nostalgico di una piccola città occidentale, basato su un romanzo semi-autobiografico di Joe David Brown. Ma alla base di questa storia di un predicatore evangelico (Joel McCrea) che arriva nell'insediamento di frontiera di Walesburg all'indomani della guerra civile c'è una dichiarazione silenziosamente potente contro la rinascita del razzismo nell'America del secondo dopoguerra.

Tourneur non collega mai esplicitamente i due filoni principali della trama di questo film ingannevolmente aneddotico: in uno, un uomo d'affari locale (Ed Begley) organizza una società segreta in stile Klan per intimidire un anziano schiavo liberato (Juano Hernandez) a vendere la sua terra; nell'altro, un'epidemia di febbre tifoide travolge la città, mietendo diverse vittime e sfidando la fede del predicatore. Ma insieme rappresentano una comunità malata nel corpo e nell'anima, nonostante il suo aspetto idilliaco.

Visto attraverso gli occhi del nipote orfano che ha accolto, il Josiah Gray di McCrea è un eroe morale isolato che anticipa Atticus Finch in To Kill a Mockingbird. (Il giovane Dean Stockwell interpreta il nipote; Marshall Thompson fa la narrazione fuori campo ricordando gli eventi dal punto di vista adulto dell'autore.) Ma Tourneur è meno interessato all'eroismo individuale che all'azione comunitaria, e alla fine la città sembra curarsi riscoprendo la sua interconnessione umana, un processo rappresentato con grazia attraverso la condivisione della musica, in particolare i ritornelli passati del delizioso inno battista che dà il titolo a questo classico senza pretese.

Tourneur ha realizzato altri western importanti, ma Rover selvaggi è stato l'unico confronto a tutti gli effetti di Blake Edwards con il genere (a meno che non si contino le scene western in The Great Race, o un paio di film di serie B di cui è stato scrittore all'inizio della sua carriera). I temi essenziali delle sue famose commedie mordenti - dolore e mortalità - sono molto presenti, ma qui sono incorporati in una trama laconica e sviluppati in ritmi lenti e dolci.

Due braccianti del ranch - Frank Post (Ryan O'Neal), un giovane non formato, e Ross Bodine (William Holden), un uomo più anziano che affronta le delusioni della mezza età - rapinano con successo la banca locale, ma rovinano la fuga. Non succede molto altro nei 136 minuti del film, tranne che succede tutto. Un viaggio che porta dalla distesa verde delle Grandi Pianure al paesaggio marziano bruciato della Monument Valley sembra ricapitolare le tappe di una vita che scivola, inosservata e non apprezzata.


film al chiaro di luna a parigi

Al posto dei tagli shock che Edwards usa per punteggiare le gag nelle sue commedie, Wild Rovers (il titolo non potrebbe essere più ironico) si rilassa attraverso una serie di dissolvenze lente e morbide.

C'è una sequenza potente e del tutto originale che trova Holden a letto con una prostituta dagli occhi da cerbiatto nel bordello più pacifico del West; il sesso, se c'è, è già avvenuto, e mentre Holden si trascina pensieroso su un sigaro, guardando a metà distanza, Edwards rotola attraverso una serie di dissolvenze sul giro abbinate ai movimenti alla deriva della telecamera. Non sono necessarie parole per farci capire che Holden è arrivato al suo momento di autocoscienza, e per la prima volta è in grado di stare fuori dalla sua vita e rivedere i suoi successi e fallimenti.

Proprio mentre sorride a se stesso in un momento di accettazione e momentanea soddisfazione, Edwards inserisce un taglio netto sul tavolo da gioco in un'altra stanza, dove il destino ha preparato una sorpresa per l'ignaro signor O'Neal. Ciò che si rivela è l'ultima gag di Edwards - e non è affatto divertente. (The Nevadan, Columbia Screen Classics by Request, $ 19,94, senza valutazione; Stars in My Crown e Wild Rovers, Warner Archive Collection, $ 19,95 ciascuno, senza valutazione)

IN USCITA ANCHE QUESTA SETTIMANA


maria film horror 2021

aggrovigliato Mandy Moore è la voce di Rapunzel in questa elaborazione animata al computer della classica fiaba degli studi Disney. Diretto da Byron Howard e Nathan Greno. Il film è il cinquantesimo film d'animazione della Disney e il suo aspetto e il suo spirito trasmettono una qualità modificata, aggiornata ma nondimeno sincera e inconfondibile di Disneyness vecchio stile, ha scritto A. O. Scott sul New York Times a novembre. (Disney, edizione combinata DVD/3-D Blu-ray $ 49,99; edizione combinata DVD/Blu-ray $ 39,99, DVD $ 29,99, PG)

CIGNO NERO Natalie Portman nel suo ruolo da premio Oscar come ballerina i cui preparativi per interpretare il ruolo principale in Il lago dei cigni portano a una crisi emotiva. Con Mila Kunis, Vincent Cassel, Winona Ryder e Barbara Hershey. Regia di Darren Aronofsky. Ciò che dà una scossa al film è la sua vertiginosa, a volte squallida conoscenza dello sfruttamento cinematografico, ha scritto Manohla Dargis sul Times a dicembre. (Volpe, Blu-ray $ 39,99, DVD $ 29,98, R)

GIOCO CORRETTO Doug Liman (The Bourne Identity) dirige la storia di Valerie Plame (Naomi Watts), una donna della C.I.A. ufficiale la cui identità è trapelata dalla Casa Bianca di George W. Bush dopo che suo marito, l'ambasciatore in pensione Joe Wilson (Sean Penn), ha criticato la guerra in Iraq. Ciò che fa funzionare il film - oltre all'energia e all'agilità delle interpretazioni e allo stile veloce e fluido del signor Liman - è il preciso contrappunto dei drammi pubblici e domestici, ha scritto il signor Scott su The Times a novembre. (Summit Entertainment, Blu-ray $ 30,49, DVD $ 22,99, PG-13)

IL PADRE DEI MIEI FIGLI Il dramma francese ben recensito di Mia Hansen-Love è incentrato su un produttore cinematografico diviso tra i suoi affari rischiosi e il suo amore per sua moglie e la sua famiglia. (Film IFC, DVD $ 24,98, non classificato)

LA COLLEZIONE COMPLETA DI SHERLOCK HOLMES Ecco uno splendido aggiornamento Blu-ray per la raccolta di tutti e 14 i film di Sherlock Holmes con Basil Rathbone e Nigel Bruce originariamente pubblicati in definizione standard nel 2006. Dodici di loro, tra cui Sherlock Holmes e The Voice of Terror, sono stati restaurati da l'UCLA Archivio cinematografico e televisivo, ma sembrano tutti fantastici, con una buona dose di grana naturale che troppi Blu-ray cercano di sopprimere. (MPI Home Video, Blu-ray $ 129,98, non valutato)