RECENSIONE CINEMATOGRAFICA; Prendi, ragazzo! Prendi la saggezza dei secoli! Bravo ragazzo!

Film

Il mio cane salta
Diretto daJay Russell
Commedia, Drammatico, Famiglia, Sport
PG
1h 35m

Dirò questo per Skip, l'antico terrier le cui avventure sono il soggetto del nuovo film di Jay Russell: non usa una bocca animata al computer per recitare frasi carine. Non è affiliato a un videogioco, a una linea di action figure o a una campagna di marketing di fast food. Non è un Pokémon. Questo potrebbe essere sufficiente per consigliarlo ai genitori che si stanno riprendendo da una stagione delle vacanze trascorse con Buzz Lightyear, Pikachu e il simpatico e high-tech Stuart Little.

Proprio come Skip è un vecchio cane in carne e ossa, 'My Dog Skip' è un film decisamente vecchio stile: un'evocazione rilassata e modesta della mitologia dell'infanzia americana di una piccola città della metà del XX secolo , con le sue estati pigre, i suoi portici e staccionate, e le sue biciclette cromate e stanche. I ricordi che vediamo durante i titoli di testa sono emblemi dell'infanzia in un'epoca precedente e più semplice: una fionda, un barattolo di biglie, una copia malconcia di 'Huckleberry Finn', un pallone da calcio firmato da Sammy Baugh. Vedete, diranno i genitori ai loro figli, è così che era prima della televisione, prima del Ritalin, prima di Doom. Non c'erano date di gioco allora, solo suonare.

''My Dog Skip'', ambientato in una piccola città del Mississippi durante la seconda guerra mondiale, è pervaso dalla nostalgia per l'innocenza perduta dell'infanzia e pieno di ruminazioni (grazie alla voce fuori campo roca di Harry Connick Jr.) sulla profonda saggezza che un cane può impartire a un ragazzo. Poiché i bambini raramente si considerano innocenti e poiché sono incapaci di nostalgia per un periodo della vita che devono ancora vedere scivolare via, potrebbero trovarsi disorientati e un po' annoiati da un film progettato per lasciare i loro compagni adulti con gli occhi appannati.



Ma i più giovani saranno almeno divertiti dagli affascinanti scherzi di Skip: guida l'auto di famiglia, beve mortadella dal macellaio e cerca di arruolarsi nell'esercito.

I bambini più grandi, nel frattempo, simpatizzeranno con il giovane padrone di Skip mentre è alle prese con l'irrazionalità degli adulti, la crudeltà dei suoi coetanei e l'avvento dell'amore dei cuccioli sia nella sua incarnazione letterale che in quella metaforica. Alcuni, naturalmente, potrebbero chiedersi cosa ci fosse di così innocente in un'epoca di rigida segregazione razziale, quando uomini di colore adulti si rivolgevano a bambini di 9 anni - e ai loro cani - come 'signore'.

''My Dog Skip'' è basato sul sottile ricordo aneddotico di Willie Morris della sua giovinezza spensierata a Yazoo City, ''un luogo tranquillo e isolato'' ai margini del delta del Mississippi. Le scenette ironiche e insignificanti di Morris - sul passare la notte nel cimitero della città, sulle esibizioni di Skip nelle partite di football in cortile - sono state intrecciate in una narrazione piena di complicazioni e carica di emozione, e molto è stato inventato a titolo definitivo.

A Willie è stato affidato un vicino di casa di nome Dink Jenkins (Luke Wilson), che parte per il servizio come eroe sportivo della città natale e torna a casa in disgrazia, perseguitato da voci di codardia all'estero. Il padre di Willie, Jack (Kevin Bacon), lui stesso un veterano di guerra amareggiato - ha perso una gamba nella guerra civile spagnola - è allo stesso tempo remoto e iperprotettivo. Quando Willie riceve Skip come regalo di compleanno, Jack minaccia, per ragioni che non sono molto chiare o convincenti, di mandare via il povero cagnolino. Ma il buon carattere di Skip è sufficiente per sciogliere il cuore più di pietra, e Jack e Willie imparano importanti lezioni sull'amore, la lealtà e i legami tra padre e figlio.

Niente di tutto questo è nel libro, ma il signor Russell e la sua sceneggiatrice, Gail Gilchriest, sentivano chiaramente di aver bisogno di più dramma di quanto la narrativa piacevole di Morris potesse fornire.

Il signor Bacon, stoicamente ignorando la selvaggia implausibilità del passato del suo personaggio, offre una performance meravigliosamente sobria, così come Diane Lane, che interpreta la madre di Willie, Ellen. Nei panni di Willie, il viscido Frankie Muniz - che potrebbe diventare il primo fenomeno mediatico per bambini del nuovo secolo, grazie al suo ruolo da protagonista nella nuova serie televisiva della Fox 'Malcolm in the Middle' - è irresistibile quasi quanto Skip, che è impersonato da non meno di sei Jack Russell terrier eminentemente capaci. Caitlin Wachs è spiritosa e attraente nei panni di Rivers Applewhite, una simpatica Becky Thatcher per il docile Tom Sawyer di Willie.

Queste performance e le incantevoli location del Mississippi (il film è stato girato nella pittoresca Canton, proprio sulla strada da Yazoo City, che a quanto pare è diventata troppo grande e troppo moderna per passare per il suo vecchio sé) contribuiscono a rendere più sopportabile l'incessante sentimentalismo del film di quanto avrebbe potuto essere altrimenti.


zatoichi lo spadaccino cieco

''My Dog Skip'' funziona al meglio quando si attacca all'umorismo gentile e al pathos della sua fonte letteraria. Ma i registi sono inclini, come raramente lo era Morris adulto, a esagerazioni moralizzanti. Tutto ciò che accade al giovane Willie diventa un rito di passaggio, e le tappe della sua vita si misurano con incrementi assurdamente precisi: la sua voce adulta ci informa quando compie il transito da bambino a ragazzo, e poi da ragazzo a giovane. (La vita successiva di Morris includeva una borsa di studio all'Università di Oxford, la direzione della rivista Harper's e una brillante carriera come scrittore, narratore e personaggio locale colorato.)

A un certo punto la voce fuori campo, abbellendo inutilmente la prosa di Morris, ci dice che Skip sembrava 'posseduto di una saggezza antica quanto il tempo stesso'. Questo sembra più che un po' iperbolico, dato che descrive una creatura la cui più grande ambizione è raggiungere il water e che si rincorre la coda quando gli viene ordinato di fare il morto.

''My Dog Skip'' è classificato come PG (consigliata la guida dei genitori). Descrive, ma non perdona, diversi atti di crudeltà verso gli animali.

IL MIO CANE SKIP

Diretto da Jay Russell; scritto da Gail Gilchriest, basato sul libro di Willie Morris; direttore della fotografia, James L. Carter; a cura di Harvey Rosenstock e Gary Winter; musica di William Ross; scenografo, David J. Bomba; prodotto da Broderick Johnson, Andrew Kosove, Mr. Russell e Marty Ewing; distribuito dalla Warner Brothers. Durata: 95 minuti. Questo film è classificato PG.

CON: Frankie Muniz (Willie Morris), Diane Lane (Ellen Morris), Luke Wilson (Dink Jenkins), Kevin Bacon (Jack Morris), Caitlin Wachs (Rivers Applewhite), Bradley Coryell (Big Boy Wilkinson), Daylan Honeycutt (Henjie Henick ), Cody Linley (Spit McGee) e Harry Connick Jr. (Narratore).