Recensione di Raya e l'ultimo drago: ingannami una volta

Film

Una nuova principessa Disney del sud-est asiatico combatte la faziosità e i suoi problemi di fiducia.

Una scena di Raya e l
Raya e l'ultimo drago
Diretto daDon Hall,Carlos Lopez Estrada,Paul Briggs,Giovanni Ripa
Animazione, Azione, Avventura, Commedia, Famiglia, Fantasy
PG
1h 54m
Trova i biglietti

Quando acquisti un biglietto per un film recensito in modo indipendente attraverso il nostro sito, guadagniamo una commissione di affiliazione.

La nuova principessa Disney, Raya, ha dei seri problemi di fiducia.



Non molto tempo dopo che segue l'esempio di suo padre quando estende un ramoscello d'ulivo ai compagni leader degli altri regni che un tempo comprendevano Kumandra - un'antica utopia di unità interculturale - viene tradita da una nuova amica, Namaari (Gemma Chan).


Victoria Justice film di Halloween

Raya (Kelly Marie Tran) si era offerta vertiginosamente di dare alla sua amica - una compagna di principessa guerriera con cui aveva legato per spade e curry - una sbirciatina a il gemma del drago che sta facendo recitare tutti gli adulti. Sfortunatamente per Raya, l'amichevolezza di Namaari fa parte di uno stratagemma per ottenere quella pietra preziosa: in questo mondo diviso in fazioni e mangia cani, anche i bambini sono truffatori.

Si scopre che la pietra è l'unica cosa che si frappone tra l'umanità e il Druun, una piaga insensata che trasforma le persone in statue di terracotta. Questo male informe e viola elettrico si scatena quando la gemma si rompe, gettando il pianeta nel Medioevo.

Sei anni dopo, Raya è una giovane donna e un'avventuriera solitaria che sfreccia in una landa desolata del deserto sul suo fidato armadillo portapillole. Il suo momento di debolezza passata la perseguita - in senso figurato e letterale, con un Namaari pugilistico sempre alle sue calcagna.

La fede nella bontà delle altre persone – anche di terre lontane e di diverse convinzioni – è il filo conduttore di Raya e l'ultimo drago, che i registi Don Hall e Carlos López Estrada, e gli sceneggiatori Qui Nguyen e Adele Lim, hanno ambientato una versione fantasy del sud-est asiatico completa di mercati galleggianti, taxi d'acqua e un sacco di gamberi congee.


film d'amore di miley cyrus

In tipico stile da principessa Disney, la nostra minacciosa eroina acquisisce un aiutante spacciatore di battute in forma non umana: Sisu (Awkwafina), l'ultimo drago titolare, che (come Mushu in Mulan prima di lei) non è un colosso minaccioso quanto un klutzy , creatura mutaforma simile a My Little Pony.

Raya e la compagnia attraversano più terre per raccogliere i pezzi sparsi della pietra, dando ai creatori una scusa per indulgere in un'ampia costruzione del mondo, mentre il montaggio scattante e le scene d'azione coreografate animano queste ambientazioni con brio da fumetti. Gli animatori non si allontanano molto dallo stile generale dei recenti piatti Disney come Frozen o Moana, anche se gli ambienti meticolosamente dettagliati del film - santuari della foresta pluviale brulicanti di umidità visibile, fortezze di montagna innevate avvolte dalla nebbia - sono particolarmente impressionanti.

Il trattamento Disney, come lo stesso Druun, sembra neutralizzare qualunque cosa tocchi, non importa quanto si sforzi per preservare gli elementi distintivi delle culture non occidentali che ha portato sotto la sua etichetta, soprattutto di recente. La Disney rende omaggio a queste culture? Oppure queste culture sono strumenti di strategia aziendale? Luoghi così diversi come il Messico (Coco), le isole polinesiane (Moana) e ora il sud-est asiatico sono appiattiti lungo il continuum Disney, con ognuno che sembra uno in una collezione.

In ogni caso, il politica di genere del recente live-action Mulan, che alcuni hanno scoperto essere retrogrado , mette Raya in prospettiva: Non ci sono dubbi sulle capacità della nostra eroina, né si fa menzione del suo essere eccezionale. La principessa Disney potrebbe alla fine diventare un'altra parola per supereroe, ma almeno non avrà bisogno di essere salvata.

E qui, le relazioni più significative e trasformative sono tra donne, ehm, esseri femminili. Raya e Namari devono imparare a fidarsi l'uno dell'altro nonostante la storia di tradimenti - e tra loro c'è forse, solo forse anche il più debole accenno di tensione sessuale. Poi c'è Sisu, la cui fede incrollabile nell'umanità lascerà il segno su entrambe le donne. La retorica dell'unità sembra terribilmente banale, ma insegna anche il perdono: una degna lezione per i bambini.

Raya e l'ultimo drago
Voto PG. Durata: 1 ora 54 minuti. Al cinema e oltre Disney + . Si prega di consultare le linee guida delineato dai Centers for Disease Control and Prevention prima di guardare i film nei cinema.